Guida anti-truffe, come difendersi da falsi tecnici e finti agenti

Dalla tecnica della ‘cauzione’ a quella della ‘perdita di gas’, dal nipote in stato di fermo per l’assicurazione scaduta fino al compagno di scuola del figlio che chiede aiuto appellandosi al senso materno. Le tecniche e le strategie dei truffatori sono innumerevoli e spesso giocano su sentimenti, stati di fragilità, solitudine delle persone anziane.
Per non parlare dei falsi tecnici di acqualucegasrifiuti inviati a domicilio a riscuotere una bolletta. O dei raggiri operati da falsi carabinieri o agenti. La prima regola, raccomandata in due diversi vademecum da Arma e polizia, è non aprire la porta o dare ascolto a sconosciuti cercando invece di ricorrere alle reti affettive e familiari che possono offrire protezione o aiutare a verificare notizie allarmanti riferite con il solo scopo di estorcere soldi.
Il dato di partenza è che la maggior parte delle truffe danno di anziani avviene in ambiente domestico o con una telefonata.

CONTINUA A LEGGERE QUI