“Quota 100”, in Calabria quasi 7mila domande per andare in pensione

Per le ricadute occupazionali bisognerà però ancora attendere. Il direttore dell’Inps: “Aumento delle assunzioni nella pubblica amministrazione”

In Calabria, al 15 ottobre 2019, sono state presentate 6.847 domande per “Quota 100”. E’ quanto è emerso nel corso della presentazione a Catanzaro del Bilancio sociale 2018 dell’Inps Calabria. A riferire i dati e’ stato il direttore dell’Inps regionale, Diego De Felice. Delle 6.847 domande pervenute al 15 ottobre 2019, 2.728 riguardano la gestione pubblica, 4.119 quella privata.

Secondo De Felice, le ricadute di “Quota 100” in Calabria “si potranno valutare nel prossimo Bilancio sociale dell’istituto, quando – ha spiegato – avremo dati più consolidati. Si tratterà di capire quanto turn over ci sia stato sul piano assunzionale. Nel settore pubblico registriamo che c’è un certo aumento delle assunzioni, anche se sempre con i tempi tipici della pubblica amministrazione, per il privato ovviamente – ha sostenuto il direttore dell’Inps regionale – dipende anche dall’andamento dell’economia”.