Incendiarono l’auto di una giornalista, quattro rinvii a giudizio

L’accusa è di danneggiamento. Il processo partirà il 24 febbraio

Il gup del Tribunale di Catanzaro Paola Ciriaco ha rinviato a giudizio quattro imputati nel processo per l’incendio alla macchina della giornalista Sabrina Amoroso, della Gazzetta del Sud. La cronista aveva trattato l’operazione di polizia “Luxury” a Montepaone Lido.
A processo sono finiti, Raffaele Pitingolo, 61 anni, residente a Stalettì, ritenuto il mandante; Marco Buttà, 28 anni, e Roberto Iania, 27, entrambi di Montepaone, considerati esecutori; Francesco Fiorentino, 34 anni, di Montepaone, attuale collaboratore di giustizia che avrebbe fatto da intermediario. Tutti e quattro sono accusati di danneggiamento seguito da incendio, e compariranno davanti al Tribunale monocratico di Catanzaro il prossimo 24 febbraio per l’apertura del dibattimento.