Regionali, attivisti M5S: “Pino Masciari sarebbe il candidato ideale alla presidenza”

I Meetup calabresi del Movimento Cinquestelle chiedono la candidatura del testimone di giustizia a governatore della Calabria​

“Siamo un nutrito gruppo di attivisti dei Meetup M5S calabresi,​ abbiamo a cuore il futuro del MoVimento e della nostra Calabria, e per questo che ribadiamo che le regole per scegliere il nostro candidato a Presidente della Regione ci sono e si possono mettere in pratica senza derogarle. Il rincorrersi di notizie che indicano nomi di papabili nostri candidati alla presidenza della Regione ci ha spinto a confrontarci e a decidere responsabilmente”. E’ quanto si legge in una nota inviata dagli attivisti.

“I nomi fatti, persone encomiabili e rispettabilissime non rappresentano in tutto i nostri valori. Dopo vari incontri e confronti – scrivono -è emerso il nome di Pino Masciari. Masciari è uno di noi, un cinquestelle. La sua storia parla da sola, in Calabria abbiamo bisogno di una persona come Lui,​ ​ che a viso aperto con cuore e coraggio ha combattuto la ‘ndrangheta, senza compromessi rimettendoci tutto, rischiando la vita. Il MoVimento 5 Stelle vuole il cambiamento, tutti devono sapere che non scherziamo, che la ‘ndrangheta la vogliamo combattere senza se e senza ma come ha fatto lui. Sappiamo bene che la ‘ndrangheta si sentirebbe sfidata e senza scampo ed è questo che vogliamo per riscattare la nostra Terra. Questa scelta sarebbe dirompente rivoluzionaria contro tutti i poteri forti stratificati nei centri decisionali a tutti i livelli. Sappiamo che per provare a vincere un semplice e sconosciuto attivista non sarebbe mai scelto ma Masciari non è un semplice attivista è stato il nostro​ candidato in Piemonte all’uninominale prendendo oltre 90.000 preferenze – il più votato in Piemonte, figuriamoci in Calabria. Quello che vogliamo è che siano accantonati questi nomi altisonanti e che la competizione tra attivisti dia il suo esito per noi quello sperato di vedere scelto dalla base un uomo che merita di rappresentarci. Lui e tutti noi per il​ Movimento contro i vecchi politici ammuffiti e tracotanti. Aspettiamo che altri attivisti simpatizzanti e liberi cittadini sostengano questo nome”.​ ​ ​​

​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​