Giornate FAI d’Autunno 2019, migliaia di visitatori a Mongiana

Ancora una volta un appuntamento di successo e di grande, numerosa partecipazione a conferma delle ormai riconosciute capacità del FAI di Vibo Valentia.

Mongiana invasa da migliaia di visitatori che nell’ultimo fine settimana hanno risposto all’invito del FAI di Vibo Valentia, in occasione delle Giornate d’Autunno organizzate dal Gruppo Giovani guidato da Anna Scarmozzino. Complice anche il clima estivo che ha caratterizzato questo fine settimana, Mongiana ha vissuto momenti di straordinaria partecipazione con tantissime persone rimaste incantate dalla bellezza che il FAI ha potuto loro mostrare.

Incastonato nel Parco Naturale Regionale delle Serre, Mongiana, a pochi km da Serra San Bruno e dalla Certosa, è testimonianza ancora viva di un’epoca di grande fermento socio-economico grazie alla presenza di un Polo Siderurgico all’avanguardia per i suoi tempi e il più importante d’Italia. Ma non solo: infatti, oltre ai resti dell’insediamento siderurgico che vantava la presenza di altiforni che all’epoca erano i più d’Italia, la visita al MuFar, il museo allestito per ricordare questa presenza industriale e questa fase storica; l’altro fantastico appuntamento è stata la vista a Villa Vittoria, un parco gestito prima dal Corpo Forestale e oggi dall’Arma dei Carabinieri, che fa parte della Riserva Naturale Biogenetica di “Cropani-Micone”. Villa Vittoria è un trionfo della natura che si estende per oltre 400 ettari, nel cui giardino si possono percorrere sette sentieri tematici: il Sentiero faunistico, il Sentiero geologico, il Sentiero delle piante officinali, il Sentiero biblico, il Sentiero botanico, il Sentiero dei frutti perduti e il Sentiero delle ortensie. Un’occasione che ha letteralmente affascinato quanti hanno avuto la fortuna di visitarlo.




A conferma di quanto sia stata apprezzata la visita di Villa Vittoria, la presenza degli al ti gradi dell’Arma – il Ten. Col. Bruno Capece, Comandante Provinciale Carabinieri Vibo Valentia, il Ten. Col. Angelo Daraio, Comandante Reparto Carabinieri biodiversità ed il Capitano Marco Di Caprio, Comandante Compagnia Carabinieri Serra San Bruno – che hanno dichiarato la propria soddisfazione per quanto grazie al FAI si stava svolgendo.L’idea di scegliere Mongiana per questa edizione delle Giornate FAI d’Autunno è nata – come ha spiegato il capogruppo Giovani del FAI di Vibo Valentia, Anna Scarmozzino – pensando al Progetto ALPE che il FAI nazionale da oltre un decennio porta avanti per la tutela e la valorizzazione delle aree interne montane, che rischiano di rimanere vittime del fenomeno dello spopolamento.

“È il caso anche di Mongiana – ha evidenziato il Capo Delegazione FAI di Vibo Valentia, Teresa Saeli – che invece bisogna rilanciare e porre nella dovuta attenzione, perché custodisce tesori straordinari che meritano di essere visitati, valorizzati, raccontati, come è stato possibile fare in questo splendido fine settimana, grazie alla bella intuizione del nostro Gruppo Giovani, al quale vanno i nostri complimenti per come hanno saputo organizzare questo importante appuntamento”. Da sottolineare anche il tradizionale supporto dei “ciceroni”, ovvero gli studenti della Ragioneria di Serra San Bruno, che hanno fatto da guida ai tantissimi visitatori che hanno piacevolmente invaso Mongiana, affiancandosi si volontari del FAI.
Insomma, ancora una volta un appuntamento di successo e di grande, numerosa partecipazione a conferma delle ormai riconosciute capacità del FAI di Vibo Valentia.