Calabresi di Successo, la storia di Rocco Commisso

Gli Stati Uniti sono stati la rampa di lancio per molti italiani, che con il duro lavoro e grande spirito imprenditoriale, sono riusciti a rivoluzionare la propria vita ma anche quella di tanti altri italiani. Oltre che, va detto, dell’idea degli italiani in America che si creò nella prima metà del Novecento. Quella di Rocco Commisso non rappresenta solo una storia di successo, ma anche di integrazione. Infatti, si è trasferito negli USA solo a 12 anni, un’età che per l’epoca era pienamente lavorativa, e in cui si erano comunque radicati altri aspetti tra cui la lingua e la cultura. Arrivare negli Stati Uniti deve essere stato come scoprire un nuovo mondo, per l’allora adolescente Commisso. Considerato ciò che è successo più avanti, si può dire che il processo d’integrazione ha avuto successo.

Chi è Rocco Commisso, calabrese tra i più ricchi al mondo

L’approdo negli USA e gli Studi Universitari Rocco B.

Commisso nacque a Marina di Gioiosa Ionica nel 1949. All’età di 12 anni, nel 1961, si trasferì con sua madre e le sue sorelle in Pennsylvania, per raggiungere suo padre Giuseppe. Questi, infatti, lavorava già in loco come falegname. Dalla Pennsylvania, la famiglia si trasferisce un anno dopo a New York. Precisamente, nel quartiere del Bronx, un quartiere multietnico in cui erano già presenti molti italiani. Commisso si è dimostrato meritevole sin dall’inizio. Infatti, grazie a una borsa di studio completa riuscì a iscriversi alla Columbia University, dove conseguì la Laurea in Ingegneria Industriale, nel 1971. Praticamente, appena dieci anni dopo il suo sbarco in America. Nel 1975, un episodio che rivela alcuni indizi sul suo interesse nello sport: divenne capitano della squadra di Football Americano della Columbia Business School. Nella stessa “Scuola” (che non è propriamente una scuola ma un’ente per studi avanzati), divenne presidente dell’assemblea studentesca e ricevette alcuni premi per la sua produttività. Rocco Commisso quindi si è dimostrato un modello per tutti coloro che desiderano studiare negli USA, ottenendo un’autorizzazione ESTA gov per investire nella propria carriera in un paese ricco di offerte, sia formative che lavorative.

La carriera

Inizialmente Commisso lavorò alla Chase Manhattan Bank (oggi nota come JP Morgan Chase). Nel 1978 iniziò a lavorare con società del via cavo e imprese d’intrattenimento. Successivamente, lavorò presso la Royal Bank of Canada dove si occupava di prestiti al settore dei media delle comunicazioni. Dal 1986 al 1995 è stato Vice Presidente Esecutivo, Direttore Capo degli Uffici Finanziari della Cablevision. Con lui, questa società crebbe così tanto da ottenere oltre 1 milione di clienti nel momento in cui si attuò la fusione con la Time Warner. E’ stato anche presidente e CEO della Mediacom Communications Corporation, che fondò nel 1995 da un seminterrato. In 5 anni divenne l’ottavo operatore via cavo negli Stati Uniti con un fatturato di 1,6 miliardi di dollari l’anno. Nel 2011 ne divenne proprietario per intero. Nel 2016 è stata nominata la migliore compagnia via cavo degli Stati Uniti.

Lo Sport

Rocco Commisso ha sempre avuto un debole per lo sport. Per questo, dal 2017 è diventato proprietario e presidente dei New York Cosmos (la squadra di calcio di New York), e nel 2019 anche proprietario della Fiorentina. Chissà se un giorno deciderà di trasformare in grande squadra anche una di quelle della sua Calabria. Marina di Gioiosa Ionica è in provincia di Reggio Calabria. La Reggina può sperare?



In questo articolo: