Governo Conte bis, Nesci esclusa e delusa: “Pensavo di poter essere utile”

“Senza infingimenti vi dico che -ha sbottato Nesci – in questa difficile alchimia con il PD, ho pensato che la mia figura politica poteva essere “utile”

“La squadra di Governo è al completo, adesso si lavora a pieno regime. Opportunità che non dovremo sprecare. Auguri di buon lavoro a tutti! Da Calabrese, faccio i complimenti personali ad Anna Laura Orrico che è stata l’unica eletta in Calabria con il M5S ad essere nominata Sottosegretario, al Ministero della Cultura: sono sicura farà un buon lavoro ed in sintonia con questo Governo. Senza infingimenti vi dico che, in questa difficile alchimia con il PD, ho pensato che la mia figura politica poteva essere “utile” in questo Governo da veterana del M5S eletta in Calabria (in cui siamo primo partito), con tante battaglie coraggiose alle spalle su temi scottanti come la sanità”. Lo scrive, in un post su facebook, la deputata del Movimento Cinque Stelle, Dalila Nesci, che aggiunge: “Non lo dico perché la Calabria debba per principio o per questioni territoriali essere considerata più di altre. Lo dico, partendo da un dato di fatto: il precedente Governo Conte, per la gravità della situazione, ha addirittura convertito in legge un decreto denominato “Calabria”. Un decreto che però è rimasto lettera morta come non ho avuto timore di denunciare e dove la gestione della Sanità Calabrese è ancora totalmente allo sbando. Quando non sono chiari gli input politici, è così! E tutti si accomodano e fanno il minimo indispensabile, il più delle volte aggravano la situazione”.