Arresto per furto di energia elettrica nel Catanzarese: danni per oltre 8.000 euro

Una donna mediante sguainamento e tranciamento del cavo di proprietà Enel si era collegata in maniera fraudolenta alla rete elettrica

Questa mattina i carabinieri della Stazione di Squillace hanno tratto in arresto S.S., classe 1989 di Vallefiorita, per furto aggravato di Energia elettrica. La donna, peraltro, era già nota alle forze di polizia per un analogo fatto avvenuto alcuni anni fa.

Oggi i militari di Squillace assieme a personale Enel si sono recati nell’abitazione dove hanno potuto verificare che la donna mediante sguainamento e tranciamento del cavo di proprietà Enel si era collegata in maniera fraudolenta alla rete elettrica permettendo di sottrarsi alla registrazione dei consumi e creare un danno quantificato approssimativamente in oltre 8 mila euro. La donna tratta in arresto è stata ristretta presso la propria abitazione in regime arresti domiciliari.