Ucciso davanti a moglie e figlio per una mancata precedenza

L’accoltellamento letale in strada, al culmine di una lite. Secondo fonti locali un 50enne sarebbe stato fermato dalle forze dell’ordine intorno a mezzanotte

Un 28enne, Giovanni Di Vito, agricoltore di Trani, è stato accoltellato, ieri pomeriggio verso le 18 e 30 ad Andria (Bari) sotto gli occhi di diverse persone, nei pressi di una rotonda nel centro della cittadina pugliese. Il delitto è avvenuto al culmine di una lite automobilistica per futili motivi: una mancata precedenza.

I due protagonisti dell’alterco si sono scambiati urla e accuse mentre erano ancora a bordo dei loro veicoli, per poi proseguire il diverbio faccia a faccia. I due uomini sono scesi dalle rispettive auto e dalle parole sarebbero passati ai fatti: dopo una breve colluttazione il giovane si è all’improvviso accasciato a terra. Di Vito è stato colpito al petto con un coltello. Il colpo inferto con furia letale avrebbe reciso l’aorta del giovane, e per lui non c’è stato scampo. L’omicida è immediatamente risalito sulla sua Mercedes è ha lasciato il luogo del delitto facendo poi perdere le sue tracce. Nell’auto del 28enne c’erano la moglie e la figlia di cinque anni. La donna ha subito tentato di soccorrere il marito insieme con alcune persone che hanno assistito impotenti all’omicidio. Di Vito è stato poi trasportato all’ospedale Bonomo a bordo della sua stessa automobile, dove il giovane è poi morto verso le 20 e 30.

CONTINUA A LEGGERE QUI