Castrovillari, profanato il tabernacolo della chiesa di San Girolamo

Ignoti si sono introdotti nel luogo di culto ed hanno sottratto una teca per l’eucarestia. Il rammarico del vescovo Francesco Savino

Nella notte tra il 10 e l’11 settembre scorsi ignoti si sono introdotti nella chiesa parrocchiale di San Girolamo, a Castrovillari, sfondando una finestra degli Uffici parrocchiali, hanno messo a soqquadro alcuni spazi della parrocchia, hanno sottratto alcune chiavi e provato ad impossessarsi di alcune suppellettili di valore e sottraendo una teca per l’eucarestia. Lo rende noto il sito della Diocesi di Cassano allo Ionio.

“Il vescovo, monsignor Francesco Savino, e tutti i sacerdoti della diocesi di Cassano allo Ionio – è scritto sul sito – rappresentano il grande rammarico e il profondo dispiacere per la profanazione del Tabernacolo della chiesa parrocchiale di San Girolamo in Castrovillari. Ci rattrista davvero che sia stata profanata l’Eucaristia – hanno commentato il Vescovo e il parroco – nella ricerca di oggetti di oro nel tabernacolo. I ladri, cercando di prendere la pisside, hanno lasciato sull’Altare le Ostie consacrate. Nel richiamare tutti alla riparazione per l’atto sacrilego, ricordiamo che la profanazione dell’Eucaristia è condannata dal Diritto Canonico. Preghiamo per quanti si sono macchiati di tale colpa affinché facciano penitenza. Invochiamo la misericordia del Signore e chiediamo il dono della devozione verso l’Eucaristia, sommo bene della Chiesa”.