Madonna di Polsi, il procuratore di Imperia: “Nessun inchino a Ventimiglia”

Secondo alcune testimonianze la statua di Maria non è stata rivolta verso Palamara ed è rimasta sempre orientata in avanti

“La Procura era perfettamente informata del servizio che si sarebbe svolto durante la processione, mi hanno riferito e dalle prime informazioni raccolte non risulta alcun inchino”. E’ quanto affermato dal procuratore di Imperia Alberto Lari a proposito del presunto “inchino” alla processione della Madonna di Polsi, che si è svolta, sabato scorso, a Ventimiglia. Confermata l’apertura di un fascicolo, senza però la configurazione di una ipotesi di reato.

Nei giorni scorsi è stato pubblicato un filmato dal referente ligure della Casa della Legalità, Christian Abbondanza, che ha ripreso la processione che si è fermata davanti a Carmelo Palamara, fratello del boss di ‘ndrangheta Antonio morto alcuni anni fa. Secondo quanto appurato la statua della Madonna non è stata rivolta verso Palamara ed è rimasta sempre orientata in avanti.

LEGGI QUI| ‘Ndrangheta,  “inchino” sospetto a Ventimiglia durante la processione della Madonna di Polsi