Vibonese, il festival dell’occasioni sprecate. Pari beffa in casa della Cavese

I rossoblù dominano in lungo e in largo, sprecano il possibile e l’impossibile. Malberti sblocca il match ma in pieno recupero Di Roberto pareggia i conti

Come dominare un partita e non vincerla. Per info chiedere alla Vibonese, capace di sprecare il possibile e l’impossibile a Castellammare di Stabia sul campo della Cavese. I rossoblù passano in vantaggio con Malberti nel corso del primo tempo, sfiorano più volte il due a zero, non chiudono il match e in pieno recupero vengono beffati e raggiunti dal neo entrato Di Roberto. Così la Cavese agguanta un pari quasi insperato e i rossoblù vedono sfumare la prima vittoria in campionato.

Primo tempo. La Vibonese parte forte già dai primi minuti e spreca in maniera clamorosa due grande occasioni. La prima arriva al 6′ quando Taurino sfrutta una dormita della difesa di casa e in contropiede si presenta tutto solo davanti a Bisogno, ma calcia clamorosamente a lato. Due minuti dopo Tito va via sulla sinistra e mette al centro per Pugliese che a meno di due metri dalla linea di porta calcia malissimo e colpisce praticamente Bisogno che era già sdraiato a terra. La Cavese fatica ad entrare in gara e nei 45 minuti si fa vedere in avanti solo con un con un colpo di testa di El Ouazni. Quando sembra tornato l’equilibrio la Vibonese trova il meritato vantaggio al 35’ con Malberti che raccoglie alla perfezione in area un calcio d’angolo di Tito con una gran girata che batte il portiere degli aquilotti. Prima dell’intervallo gli ospiti trovano anche il raddoppio che però viene annullato per un fallo di Redolfi su Marzorati.

Secondo tempo.
Nella ripresa la Cavese sembra provarci con più convinzione, entra anche Germinale, ma le chance per segnare capitano alla Vibonese con Bisogno che si oppone con i pugni alla conclusione di Del Col e poi deve ringraziare l’imprecisione di Ciotti che calcia altissimo da ottima posizione. Nel finale Moriero lancia nella mischia Di Roberto e De Rosa. Tutto lascia presagire la vittoria della Vibonese ma al 91′ arriva la doccia fredda per i rossoblù e a confezionare l’uno a uno sono proprio i due neo entrati. De Roberto controlla in area e al primo vero tiro batte Greco e trova un pareggio immeritato. S materializza così un’altra beffa per la Vibonese che, ancora una volta, semina tanto ma raccoglie miseria. Un punto in tre partite è un bottino troppo povero in relazione alle tante occasioni create e non sfruttate. (t.f.)

Sala stampa. Giacomo Modica, tecnico della Vibonese, ha commentato così a fine gara il pareggio con la Cavese: “Sono dispiaciuto per i ragazzi, è già la terza giornata, abbiamo raccolto un punto e nelle tre gare abbiamo costruito non meno di venti palle gol. Mi disturba, perché vorrà dire che non siamo maturi. Sono contento perché la squadra sta in partita, è la soddisfazione più grande. Ma dobbiamo essere più concreti. Ora ci stiamo leccando una ferita enorme, abbiamo regalato un punto e ne abbiamo persi due. Abbiamo costruito molto più di loro e se c’era una squadra che doveva vincere era la nostra”.