Stromboli, nuova eruzione del vulcano: turisti si rifugiano in chiesa

Il boato è stato molto forte e dopo l’esplosione il cielo si è oscurato. Sull’isola c’è una pioggia di cenere e materiali

Nuova eruzione dello Stromboli, che oggi si è risvegliato. Il boato è stato molto forte e dopo l’esplosione il cielo si è oscurato. Sull’isola c’è una pioggia di cenere e materiali. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia rende noto che le reti di monitoraggio hanno registrato alle 12.17 un’esplosione di forte intensità che ha interessato l’area centro-meridionale della terrazza craterica del vulcano. I materiali generati dall’esplosione sono ricaduti in tutta la terrazza craterica e lungo la Sciara del fuoco rotolando sino a raggiungere la linea di costa. Piccoli focali d’incendio sul versante di Ginostra del Vulcano.

Paura tra i turisti a Stromboli. Alcuni testimoni hanno riferito che l’eruzione, preceduta da un forte boato, sarebbe stata di intensità maggiore a quella che il 3 luglio scorso provocò una vittima. Un gruppo di turisti terrorizzati si è rifugiato nella chiesa San Vincenzo. Stanno tutti bene, anche se sono molto spaventati.