La Reggina si limita al compitino. Pareggio all’esordio contro la Virtus Francavilla (VIDEO)

Nella domenica in cui le “grandi” fanno bottino pieno, gli amaranto non vanno oltre l’uno a uno contro una Virtus Francavilla

Inizia con un pareggio il campionato della Reggina. Nella domenica in cui le “grandi” fanno bottino pieno, gli amaranto non vanno oltre l’uno a uno contro una Virtus Francavilla, che chiude addirittura in 10. In terra pugliese la Reggina dimostra di essere ancora in ritardo di condizione. La squadra di Toscano soffre la maggiore aggressività della Virtus, che in avvio mette più volte in difficoltà la difesa amaranto, costretta ad aggrapparsi alla reattività dell’ottimo Guarna, decisivo in almeno due occasioni.

La manovra della Reggina stenta a decollare. Sugli esterni si fatica. E senza rifornimenti, Reginaldo e Bellomo si ritrovano costantemente imbottigliati nel traffico. Molto meglio i padroni di casa, che al minuto 36 trovano il gol del vantaggio. Gol che arriva su un calcio di rigore concesso per un fallo di Bianchi su Bovo. Dal dischetto Vasquez non perdona. La Reggina prova a reagire. E nel finale del primo tempo sfiora il pareggio con Rubin, ma il portiere della Virtus chiude la porta con una parata pazzesca.

Nella ripresa la squadra di Toscano prova ad alzare il baricentro. E pronti via, gli amaranto riacciuffano il pareggio grazie a un gol (un po’ casuale, a dire il vero) di Alberto De Francesco, che beffa il portiere biancazzurro con un tiro cross che “muore” sotto la traversa. Sulle ali dell’entusiasmo la Reggina potrebbe addirittura mettere la freccia su un calcio piazzato del solito De Francesco. Ma le energie vengono meno. E quando la Virtus Francavilla resta in 10, a 20 minuti dalla fine, per l’espulsione di Bovo, gli amaranto non hanno la forza di sfruttare l’uomo in più. E nonostante il forcing (neppure troppo convinto), la Reggina non riesce a portarsi a casa l’intera posta in palio. Al “Giovanni Paolo II” finisce 1 a 1. Ed è un pareggio che sa tanto di occasione persa…