Caso Pacienza al Comune di Vibo: “Città Futura” prende le difese dell’assessore

Il gruppo al quale fa riferimento l’assessore alle Attività produttive parla di attacchi “strumentali, artificiosi e volgari”

“Il Gruppo “Città Futura” ed i consiglieri comunali eletti nella lista che attualmente sostengono il Sindaco Maria Limardo con la nuova Amministrazione, con riferimento ai recenti articoli apparsi sulla stampa e sui social che hanno attaccato in modo artificioso, strumentale e volgare l’Assessore alle Attività Produttive Gaetano Pacienza, intendono porre all’attenzione dei cittadini alcune considerazioni: non vi è dubbio che nel passato più o meno recente le Amministrazioni comunali hanno difettato di una visione complessiva dei problemi socio-economici di Vibo Marina e che sia mancata una proposta seria per una soluzione ottimale che ne salvaguardasse la vocazione turistica e produttiva”. Questo l’incipit di una nota sottoscritta dai consiglieri comunali della compagine alla quale fa capo l’assessore alle Attività produttive Gaetano Pacienza, finito sotto i riflettori perchè sarebbe il legale della Meridionale Petroli, la società petrolifera che detiene i depositi costieri nel porto di Vibo Marina.

“Qualche fantomatico personaggio politico ha sicuramente dimenticato il disordine e la sporcizia che hanno caratterizzato per anni via Vespucci e le zone adiacenti. Probabilmente non era solito frequentare tali posti.
La realtà invece che abbiamo constatato quest’anno, a sole poche settimane dall’insediamento della nuova Giunta, è che Vibo Marina si è presentata più pulita degli anni scorsi, che molte zone sono state bonificate e decorosamente sistemate, che finalmente si è fatto un po’ di ordine in via Vespucci ove alla scomparsa di pochi parcheggi (perche di tanto si sta parlando) si è sopperito tempestivamente con la creazione di nuovi 80 posti auto anche controllati e sorvegliati a poche decine di metri dai lidi presenti sulla spiaggia. Ancora abbiamo osservato che l’Amministrazione è riuscita, in poco tempo e senza risorse del bilancio comunale, a ridare decoro alla cittadina ed a convogliare su Vibo Marina una importante serie di appuntamenti estivi che hanno richiamato migliaia di persone.
Ed allora se si vuole fare una becera polemica politica si posi l’attenzione su altro e si lasci in pace l’Assessore Pacienza al quale va la nostra stima e sostegno per il lavoro intrapreso accanto al Sindaco Limardo, lavoro che ha già mostrato alcuni frutti positivi. Sarebbe piuttosto consigliabile a taluni novelli censori domandarsi come mai la nostra Città dopo pochi anni rischia ancora una volta il dissesto finanziario ? Quali sono i comportamenti che hanno influito nel creare una massa debitoria di quasi 25 milioni di euro ?
Diamo il giusto tempo alla nuova Amministrazione di attuare il programma che di recente il Sindaco ha avuto modo di ribadire con chiarezza e fermezza circa la necessità di coniugare le esigenze della sicurezza dei cittadini con quelle dello sviluppo del turismo e smettiamola di gettare dubbi e fango su persone che si sono sempre distinte per la loro correttezza professionale e politica. Saranno i cittadini a giudicare dell’operato e delle capacità della nuova Amministrazione di cui fa parte l’Assessore Pacienza.
Per il momento prendiamo atto che soltanto poche settimane fa i cittadini hanno deciso, in modo chiaro ed inconfutabile, che la parte politica rappresentata dallo sconosciuto moralista di questi giorni ha subito una disastrosa sconfitta elettorale”.