Formazione del personale in servizio, il Comune di Vibo chiede supporto all’Ifel

Il corso dovrà trattare dell’analisi delle problematiche relative al tributo su rifiuti e servizio idrico integrato

Le pubbliche amministrazioni, ivi compresi gli enti locali, devono predisporre annualmente un piano di formazione del personale, tenendo conto dei fabbisogni rilevati e delle competenze necessarie in relazione agli obiettivi prefissati. Tale strumento, secondo il Sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo, costituisce “un elemento di crescita professionale volto a favorire anche l’innalzamento dei livelli di qualità ed efficienza dei servizi pubblici nonché l’attuazione del processo di innovazione e di miglioramento al quale tende, da ultimo, la riforma della pubblica amministrazione”.

In tale ottica l’assessore con delega al personale dr Domenico Primerano a seguito della ricognizione effettuata all’indomani del suo insediamento ha rilevato “l’esigenza di dar luogo ad una massiccia attività formativa straordinaria del personale che per lungo tempo è stata trascurata”.

A tal fine l’Amministrazione Comunale ha richiesto e ottenuto la collaborazione con l’IFEL, Istituto per la Finanza e l’Economia Locale, pertanto a titolo completamente gratuito, a decorrere dal 15 settembre sarà attivata un’attività di formazione che vedrà coinvolte 15 unità del settore tributi, bilancio, contenzioso e tecnico manutentivo.

Stante il numero crescente di contenziosi nei confronti dell’ente, le enormi sacche di evasione e sulla base delle criticità rilevate nel Piano di riequilibrio, in una prima fase sarà privilegiata la formazione con particolare riguardo alla materia dei tributi,

Il corso dovrà trattare dell’analisi delle problematiche relative al tributo su rifiuti e servizio idrico integrato, laddove sono state rilevate le maggiori defaillance sul piano della riscossione, e con particolare riferimento alle modalità di stesura del piano economico finanziario e alla determinazione dei coefficienti, al collegamento coi i criteri di assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi agli urbani e relative modalità di definizione.

Particolare attenzione sarà riservata alle problematiche relative all’applicazione e gestione del tributo e sarà privilegiata la formazione con particolare riguardo alla materia tariffaria, stante il numero crescente di contenziosi nei confronti dell’ente.
Una parte del corso sarà specificamente indirizzata alla nuova modalità di riscossione per ingiunzione che il Comune ha introdotto con specifica delibera di giunta nell’ambito delle misure del piano di riequilibrio finanziario pluriennale.

Saranno oggetto di particolare attenzione il piano economico finanziario del servizio idrico integrato e la Tari in relazione ai quali il corso sarà finalizzato non solo all’addestramento dei dipendenti, ma anche all’aggiornamento di tutto il personale.

Tutoring a favore di quelle unità lavorative che devono riprendere contatto con il lavoro che svolgevano e che hanno interrotto per un certo tempo (è il caso di trasferimento da altri settori e uffici), per favorirne l’ingresso o il re ingresso nella nuova posizione lavorativa