Cala il sipario sul SerreinFestival, Censore: “Abbiamo messo al centro il territorio e le sue professionalità”

Cinque giornate di dibattiti e confronti per valorizzare la cultura e le eccellenze calabresi nella Città della Certosa

“Il SerreinFestival volge al termine dopo cinque giornate di eventi, concerti, escursioni, dibattiti. Nel portare avanti il nostro progetto di valorizzazione del territorio, ancor più quest’anno, abbiamo voluto raccogliere la sfida di mettere insieme tradizioni, cultura, eccellenza, competenze della nostra regione per creare momenti e luoghi da offrire alle nostre comunità”. Lo ha scritto in una nota Brunello Censore, già parlamentare della repubblica e consigliere regionale, commentando la conclusione della manifestazione che ha animato il territorio serrese.

“In questa terza edizione – ha commentato Censore – abbiamo messo al centro il territorio, le persone, le loro esperienze personali e professionali, le idee e le competenze. Abbiamo discusso con loro, abbiamo raccontato la loro storia e determinazione nell’aver creato un qualcosa di positivo e di indiscussa qualità: qui, in Calabria. Abbiamo affrontato numerosi temi di attualità, dai diritti al regionalismo differenziato, grazie alla partecipazione di personalità qualificate che hanno esposto il loro punto di vista e hanno fornito a tutti noi spunti di riflessione interessanti. Abbiamo accompagnato centinaia di persone nei luoghi della storia, della tradizione, della spiritualità e della natura serrese. Insomma, ci siamo rimboccati le maniche per aprire questo territorio a nuova partecipazione e attenzione. A titolo personale ed a nome di tutta l’organizzazione sono veramente orgoglioso per il lavoro portato avanti sia nei mesi di preparazione sia durante questi giorni. E lo sono ancora di più nel sapere che questo impegno si è rinnovato ed è stato apprezzato, a partire dalle tante persone che hanno deciso di condividere con noi questa esperienza”.