“Serreinfestival”, l’assessore Rizzo indica la strada per lo sviluppo: “Mettere in connessione i Parchi calabresi”

“Valorizzare il territorio esaltando le sue bellezze”. Il presidente dell’associazione “Condivisioni” Bruno Censore ha confermato lo scopo del “Serreinfestival” che, nella sua seconda giornata, ha puntato sul patrimonio paesaggistico e naturale e sull’attività di trekking.
La mattinata si è infatti aperta con la camminata lungo il sentiero Archiforo condotta dal presidente di Calabria Trekking Lorenzo Boseggia, alla quale hanno preso parte numerosi appassionati che hanno anche potuto godere delle particolarità di località Rosarella, location scelta in quanto rappresentativa dello spettacolo naturale presente nelle Serre. L’attività è stata preceduta da un breve talk nel corso del quale l’assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo ha sottolineato l’esigenza di “mettere in rete i Parchi” e di “fare sinergia” ribadendo la vicinanza della Regione, anche attraverso l’erogazione di importanti risorse finanziarie necessarie a strutturare tale percorso. Il direttore ed il commissario del Parco delle Serre, Francesco Pititto e Giuseppe Pellegrino, hanno accennato alle “diverse iniziative in campo” che hanno visto coinvolte anche le realtà associative presenti sul territorio ponendo l’accento su ciò che può agevolare lo sviluppo sostenibile.



“Il Parco – ha in particolare affermato Pellegrino – compre circa 18mila ettari di terreno su 3 Province con risorse naturali uniche che meritano assoluta attenzione. Il nostro obiettivo è quello di valorizzarle e di attivare un processo di sviluppo dal basso che metta in primo piano gli aspetti ambientali”.
L’iniziativa ha permesso di mettere in vetrina il bosco serrese e, nello specifico, il valore dell’abete bianco.
La serata di apertura (venerdì) ha inoltre visto un grande successo di pubblico grazie al concerto di Amedeo Minghi ed allo spettacolo di cabaret di Piero Procopio, introdotti dalla conduttrice de “I fatti vostri” Roberta Morise. Il tutto era stato preceduto dal talk “Le acque tra bellezza e salute” e dalla premiazione di esponenti del mondo dell’imprenditoria e della cultura (Gianvito Casadonte, Pietro Ranieri, Gerardo Sacco e Sebastiano Nuccio Caffo).