Scontro Comune-Dusty a Vibo, sanzione di 26mila euro per la ditta

Palazzo Luigi Razza ha multato l’azienda siciliana che gestisce la raccolta differenziata per alcune inadempienze relative al mese di maggio

Una sanzione da 26mila euro sull’importo da corrispondere all’azienda per il lavoro svolto nel mese di maggio è stata inflitta dal Comune di Vibo Valentia alla Dusty, la ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti. Sanzione che si riferisce ad inadempienze commesse nella gestione dell’ordinario. La determina n.874, che reca la firma della dirigente Adriana Teti, non lascia alcun dubbio sulle intenzioni della burocrazia comunale rispetto “ai disservizi” creati dalla ditta catanese. Il canone di maggio, infatti, ammontava in origine a 268.423,80 euro. Una cifra dalla quale palazzo “Luigi Razza” ha decurtato 26mila euro. L’importo complessivo finale è stato, pertanto, di 242.423,28 euro.

La cifra potrebbe sembrare un’inezia rispetto al totale dell’importo aggiudicato nella gara d’appalto conclusa nel dicembre 2016 e che lascia alla Dusty la gestione dei rifiuti e non soltanto fino alla fine dell’anno in corso. La società siciliana, infatti, percepirà nel triennio una cifra di 10,5 milioni di euro. Considerando che si dovrebbe arrivare alla fine dell’anno, senza che arrivi prima la richiesta di rescissione contrattuale in danno, si può dire che l’era dell’impresa etnea nella città capoluogo sia ormai al capolinea.