Ucciso a colpi d’arma da fuoco in zona di campagna, ritrovato morto un 38enne

La vittima, stando ai primi rilievi, è stata colpita allo zigomo destro da un colpo d’arma da fuoco. Indagano i carabinieri.

Un uomo di 38 anni, originario del milanese ed incensurato, è stato ritrovato morto, ieri sera, a Petilia Policastro, in provincia di Crotone. Il cadavere del giovane è stato rinvenuto in località Cavone Grande. La vittima, stando ai primi rilievi, è stata colpita allo zigomo destro da un colpo d’arma da fuoco. La pista che gli investigatori seguono è quella dell’omicidio.

Il cadavere è stato ritrovato vicino all’auto della vittima, in una zona impervia, di località Vaccarizzo, tra la frazione Pagliarelle e il villaggio Principe, zona turistica ad oltre mille metri di altezza e difficile da raggiungere. Sul fatto di sangue, indagano i carabinieri della Compagnia di Petilia insieme ai colleghi del Reparto Operativo del Comando Provinciale del capoluogo, con l’obiettivo di risalire al responsabile e comprendere ovviamente dinamica e movente dell’assassinio.

La ricostruzione. Valentino, molto probabilmente, aveva un appuntamento con qualcuno, la stessa persona che poi avrebbe fatto fuoco uccidendolo. Sul movente i militari non si sbilanciano e, infatti, stanno battendo diverse poste. L’uomo, bracciante agricolo, era sposato e padre di due figli.