Campo rom di Scordovillo a Lamezia, interviene Salvini: “Sarà sgomberato al più presto”

L’inquilino del Viminale interviene dopo l’ennesimo episodio di violenza: un incendio doloso in zona ospedale

Anche il ministro dell’interno Matteo Salvini interviene sulla situazione critica che attanaglia la città di Lamezia. Ieri infatti un’enorme fumata nera si è alzata dal campo rom di Scordovillo. Su Facebook il ministro ha pubblicato un post con scritto: “Dopo l’ennesimo episodio di violenza, l’ultimo si è verificato ieri con un incendio doloso in zona ospedale a Lamezia Terme, lunedì scriverò a tutti i prefetti per avere un quadro dettagliato e aggiornato in tempo reale delle presenze rom nei campi abusivi o teoricamente “regolari” per procedere, come da programma, a chiusure, sgomberi, allontanamento e ripristino della legalità”.

Massimo Cristiano, presidente Mtl-Lamezia Nuova, in merito all’intervento sui social del ministro Salvini afferma: “Abbiamo appreso con soddisfazione che il Ministro degli Interni Matteo Salvini su input del deputato Domenico Furgiuele, abbia preso di petto la vicenda del campo rom abusivo di Scordovillo, chiedendo un report dettagliato al Prefetto di Catanzaro. Certo, sono anni ormai che alcuni delinquenti incalliti fanno il buono e il cattivo tempo sulla pelle di 70.000 cittadini, inermi, costretti a respirare fumi tossici. Come di consueto anche in questa occasione siamo pronti a dare il nostro contributo di idee e progetti, con la speranza di risolvere definitivamente questa incresciosa vicenda. Certo non ci aspettiamo nessun miracolo da questa terna commissariale, che tra le altre cose è già con le valige in mano in attesa della scadenza del mandato. Esiste un punto di partenza ben definito ovvero la delibera di Giunta Comunale n. 375 del 7 novembre 2017, che ho personalmente redatto insieme all’ex assessore Elisa Gullo, nella quale sono presenti le linee guida per lo smantellamento del campo, basta solo applicarla”.