La scalata del vibonese Sergio Pititto, da guardalinee a osservatore degli arbitri in Serie A

Il sindacalista della Cisl è stato promosso nell’Olimpo del calcio italiano dando ulteriore lustro alla Sezione Aia di Vibo

La Sezione arbitri di Vibo Valentia ottiene un nuovo grande successo. Sergio Pititto è stato infatti promosso al ruolo di osservatore degli arbitri di Serie A. Un traguardo che il sindacalista della Cisl con la passione per il fischietto ha raggiunto al culmine di una grande carriera.

Pititto è arbitro benemerito della Sezione Aia di Vibo diretta da Francesco Barbuto e ha alle spalle una carriera di spessore. In campo e sugli spalti. Dalla stagione sportiva 1979/1980 è stato prima arbitro nella serie C e poi assistente arbitrale (ex guardalinee) nella serie A nella stagione sportiva 1996/1997. È stato presidente regionale degli arbitri calabresi, componente di vari organi tecnici nazionali e attualmente svolge le funzioni di vice presidente della sezione arbitri di Vibo.

È stato insignito dal presidente del CONI con la Stella di Bronzo al Merito Sportivo per aver dato lustro allo sport italiano. Nel 2011 ha iniziato il percorso come osservatore arbitrale dalla serie D, passando per la serie C e B. In questi organi tecnici ha avuto come responsabili delle commissioni arbitri di fama internazionale: da Stefano Farina a Roberto Rosetti (oggi capo degli arbitri UEFA) fino a Emidio Morganti (capo della commissioni della serie B negli ultimi due anni).