Super sommelier della Calabria 2019, in sette si contendono il titolo a Vibo Marina

I migliori sommelier calabresi disputeranno per la prima volta il concorso nell’affascinante cornice del Ristorante L’approdo-Hotel Cala del Porto

Si conoscerà sabato pomeriggio il nome del miglior sommelier della Calabria, detentore del titolo per andare dritto alla finalissima che il 24 novembre prossimo, a Verona, incoronerà il migliore sommelier d’Italia 2019 nell’ambito del 53° Congresso Nazionale dell’AIS. Sabato prossimo, infatti, verrà designato da una giuria che esaminerà i 7 concorrenti qualificatisi per la finale di fronte e un attento pubblico di esperti e addetti ai lavori.

I migliori sommelier calabresi disputeranno per la prima volta il concorso nell’affascinante cornice del Ristorante L’approdo-Hotel Cala del Porto di Vibo Marina. Per valutare i sette concorrenti, Luisito Perazzo, miglior sommelier d’Italia 2005, che assieme alla presidente dell’AIS Calabria, Maria Rosaria Romano, dirigerà i lavori di giurati d’eccezione quali Dorina Bianchi (già sottosegretaria di Stato ai Beni Culturali), Concetta Greco Lo Preiato (presidente del Consorzio Assapori), Domenico Bellantonio miglior sommelier della Calabria 2017 e Gianfranco Manfredi, giornalista e vice-presidente dell’AIS Calabria.

Il Concorso ha un programma vivace e spettacolare. Dopo gli scritti e le valutazioni dei compiti in mattinata, la prova pratica pubblica pomeridiana. Sarà un vero e proprio show, avvincente e denso di suspence, nel corso del quale i concorrenti metteranno in luce capacità nella tecnica di servizio, decantazione, correzione di una wine-list, abbinamento cibo-vino, nonché spiccate doti comunicative. La prova finale si svolgerà col pubblico in platea (dalle 16:00) e consisterà, infatti, nella simulazione di un servizio al tavolo a due commensali non comuni che si sono simpaticamente prestati, Concetta Schiariti, giornalista economica e ancor-woman televisiva e il giornalista Maurizio Bonanno che è anche scrittore e sociologo.