Comune Vibo, tutti gli uomini e le donne del sindaco: ecco chi sono e di cosa si occuperanno (VIDEO)

E’ variegata la giunta scelta da Maria Limardo per amministrare la città. All’appello manca solo l’ultimo tassello, l’assessore di Fratelli d’Italia

Una squadra di otto assessori, più tecnica che politica. Dentro ci sono tre donne che arrivano dal mondo dell’istruzione e dell’università, ma anche due ingegneri, un avvocato e un segretario comunale che sa come mettere in moto la macchina burocratica e come farla funzionare. E’ variegata la giunta scelta da Maria Limardo per amministrare una città difficile come Vibo Valentia. In attesa dell’indicazione di Fratelli d’Italia per il nono tassello che andrà a completare lo scacchiera, si parte con un esecutivo che più che la politica sembra rappresentare la società civile. In fondo gli unici a conoscere bene le stanze di palazzo “Luigi Razza” sono gli ex Pd che hanno trainato il centrodestra verso un largo successo: l’ex capogruppo Giovanni Russo e l’ex assessore ai tempi di Sammarco Gaetano Pacienza. Espressione della politica pure la nomina di Vincenzo Bruni, figlio di Ottavio, ex presidente della Provincia di Vibo, designato in quota Udc. Tutti assessori “esterni”, nessun eletto, molti tecnici. Per qualcuno è un ritorno. Il riferimento è a Domenico Primerano e a Pasquale Scalamogna. Le new entry assolute sono le professoresse: Franca Falduto, Daniele Rotino e Maria Teresa Nardo. Ecco di cosa si occuperanno.

Domenico Primerano sarà vice sindaco con delega alla programmazione strategica, alla governance locale, alla cittadinanza attiva, agli affari generali e alle risorse umane. Si occuperà, tra le altre cose, di fondi comunitari diretti e indiretti.

Gaetano Pacienza è stato nominato assessore al commercio e alle attività produttive. Avrà il compito di tenere il dialogo con il territorio delle frazioni ma si occuperà pure di affari legali e contenzioso, di industria, artigianato, agricoltura, pubblicità e tutela del consumatore.

Maria Teresa Nardo è una professoressa dell’Unical chiamata in giunta per occuparsi del Bilancio e della programmazione finanziaria. Dovrà rivedere i tributi e le entrate comunali, far funzionare la riscossione, contrastare l’evasione, riorganizzare il settore, occuparsi di spending review.

Franca Falduto anche lei è una docente, proveniente dalla società civile, molto impegnata nel settore dell’istruzione e della scuola in genere. Le è stato affidato proprio l’assessorato all’Istruzione ma anche quello alle Politiche Sociali con deleghe all’immigrazione e all’integrazione, lotta alla povertà e banca del tempo.

Pasquale Scalamogna è un ingegnere che ha già lavorato a palazzo “Luigi Razza”. Sarà l’assessore all’Urbanistica e alla Pianificazione. Si occuperà dell’attuazione del Psc, dei piani urbani, dell’edilizia privata, della gestione dei cimiteri, del piano spiaggia, demanio, trasporti, mobilità.

Daniela Rotino è una professoressa che si è candidata tra le file del centrodestra senza però risultare consigliere comunale. La Limardo l’ha voluta al suo fianco e le ha assegnato l’assessorato alla cultura e alla valorizzazione del patrimonio artistico. Si occuperà di università, associazioni culturali, biblioteche, valorizzazione e promozione dell’immagine della città, pari opportunità.

Vincenzo Bruni, dipendente dell’Arpacal e allenatore di calcio. Avrà la delega all’Ambiente e si occuperà della lotta al degrado, all’inquinamento, alla programmazione e gestione del ciclo integrato dei rifiuti, educazione ambientale.

Giovanni Russo, ex capogruppo del Pd, ingegnere. Dopo diversi anni passati all’opposizione, torna a palazzo “Luigi Razza” da assessore alle Infrastrutture, ai Trasporti e ai Lavori pubblici. Si occuperà di manutenzione e gestione degli immobili comunali, della rete viaria, della pubblica illuminazione, di protezione civile, parcheggi, acqua, decoro urbano e verde pubblico.

Materie di competenza del sindaco. Restano in capo a Maria Limardo diverse materie tra le quali la Polizia municipale, la sicurezza pubblica, la gestione e la programmazione delle attività portuali, il Pennello, i rapporti con Regione, Provincia, Comune e Asp, lo sport, l’impiantistica e le manifestazioni sportive, il benessere degli animali e il randagismo, il turismo, lo spettacolo.

LEGGI ANCHE | Comune Vibo, Maria Limardo presenta la sua “squadra” e indica le priorità per la svolta (VIDEO)