Giallo sulla morte di un 43enne all’ospedale di Vibo, la Procura apre un’inchiesta e dispone l’autopsia

I familiari della vittima hanno sporto denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini e sequestrata la cartella clinica

La Procura della Repubblica di Vibo ha aperto un’inchiesta per fare piena luce sulla morte di un 43enne di Soriano avvenuta ieri all’ospedale Jazzolino poche ore prima che venisse dimesso. I familiari della vittima hanno infatti sporto denuncia alla Polizia che ha provveduto a sequestrare la cartella clinica e a informare l’autorità giudiziaria. Le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile diretta da Giorgio Grasso.

Il paziente, che si sottoponeva a dialisi nel presidio ospedaliero di Soriano, circa una settimana fa sarebbe stato operato di colicisti allo Jazzolino. Nella giornata di ieri erano in programma le dimissioni ma il 43enne ha accusato un malore e la situazione è improvvisamente precipitata. Le condizioni dell’uomo si sono aggravate tant’è che i medici hanno disposto il trasferimento in Rianimazione dove è deceduto poco dopo. I familiari hanno quindi presentato denuncia e chiedono ora alla Procura di capire perché è morto il loro congiunto e se ci siano o meno delle responsabilità da parte di coloro che hanno avuto in cura il 43enne. L’autopsia dare le prime risposte ai numerosi interrogativi posti dai familiari.