Minacciava e molestava una giovane donna cosentina: divieto di avvicinamento per un 33enne

La misura cautelare emessa dal gip applicata dal personale della Squadra Mobile della Questura di Cosenza

Personale della Squadra Mobile della Questura ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare coercitiva del divieto di avvicinamento alla parte offesa, emessa dal gip presso il Tribunale ordinario di Cosenza, a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal dottor Mario Spagnuolo, nei confronti di P.V., trentatreenne di Cosenza, poiché ritenuto responsabile del reato di stalking.

In particolare, l’uomo, con condotte reiterate, minacciava e molestava una giovane donna cosentina, cagionandole un perdurante stato di ansia e paura ed un fondato timore per la sua incolumità, costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita, al punto da indurla a limitare le proprie uscite al fine di evitare qualsiasi contatto con chi la perseguitava.