Acqua a singhiozzo a Vibo con l’arrivo dell’estate, la polizia municipale pronta ad utilizzare il pugno di ferro

Il comando dei vigili urbani metterà in atto una serie di controlli finalizzati a prevenire i furti del prezioso liquido

“La carenza idrica che interessa l’intero territorio comunale, soprattutto nel periodo estivo, porta il Sindaco Maria Limardo ad invitare la popolazione ad un uso razionale e regolare dell’acqua domestica, evitando pertanto usi impropri, causa anche il comportamento di alcuni cittadini che sfruttano il bene per irrigare orti, giardini e lavaggi auto. Quindi il messaggio vuole essere di utilizzare l’acqua per esigenza domestiche e igiene personale, evitando sprechi ed abusi”. Lo scrive in una nota il comando della polizia municipale.
“E’ stato dato specifico mandato al Comandante della Polizia Municipale dott. Filippo Nesci – si puntualizza – di effettuare tramite i propri agenti delle verifiche a campione e a sorpresa presso alcuni immobili, avvalendosi di un tecnico idraulico del Comune di Vibo Valentia per verificare la regolarità dei relativi contatori idrici e l’effettiva erogazione idrica in modo da poter scoprire eventuali episodi di furto penalmente perseguibile. Tali controlli verranno svolti anche al fine di tutelare le fasce più deboli della Città, quali per esempio gli anziani, che maggiormente potrebbero risentire di eventuali problemi di carenza idrica presso le proprie abitazioni nel periodo estivo. Si coglie l’occasione per ricordare infatti l’esistenza dell’Ordinanza Sindacale n. 62 del 2010 che all’art. 12 vieta di fare un uso diverso dell’acqua, lavando automobili o comunque riversando acqua sulla sede stradale, prevedendo una sanzione pecuniaria da € 50,00 a € 500,00”.