AMMINISTRATIVE 2019 | Un terzo dei comuni calabresi alle urne. Corigliano-Rossano elegge il suo primo sindaco

Si vota anche per rinnovare i consigli comunali ed scegliere i nuovi sindaci a Rende, Montalto Uffugo e Gioia Tauro

Un terzo dei comuni calabresi (137 su 404) al voto per il rinnovo del Consiglio comunale nelle elezioni amministrative che si terranno nella giornata di domani. Un solo capoluogo alle urne, quello di Vibo Valentia, dove sono quattro gli aspiranti sindaci. Alle urne pure altri importanti centri: nel Cosentino, la nuova città di Corigliano-Rossano elegge il suo primo sindaco, mentre rinnovano l’amministrazione comunale pure Rende e Montalto Uffugo. In provincia di Reggio al voto il Comune di Gioia Tauro. Per questi comuni viene applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno. L’eventuale turno di ballottaggio si terrà il 9 giugno. La maggior parte dei comuni, ben 132 su 137 hanno una popolazione inferiore ai 15mila abitanti. Il più piccolo comune al voto si trova in provincia di Reggio Calabria: si tratta di Sant’Alessio in Aspromonte, che conta appena 323 abitanti.

Ecco la distribuzione degli enti al voto. A Catanzaro sono 21 gli enti locali impegnati per il rinnovo del consiglio comunale: Albi, Amato, Cortale, Falerna, Fossato Serralta, Gagliato, Gimigliano, Marcedusa, Marcelinara, Miglierina, Motta Santa Lucia, Nocera Terinese, Pentone, Pianopoli, San Floro, San Pietro a Maida, Sellia, Sellia Marina, Sorbo San Basile, Squillace e Zagarise.

Sono 69 i comuni chiamati al voto nel Cosentino: Acquaformosa, Acquappesa, Aiello Calabro, Alessandria del Carretto, Altomonte, Aprigliano Belvedere Marittimo, Bianchi, Bocchigliero, Buonvicino, Caloveto, Castiglione Cosentino, Celico, Cerchiara di Calabria, Cervicati, Civita, Colosimi, Corigliano-Rossano, Cropalati, Crosia, Diamante, Domanico, Figline Vegliaturo, Firmo, Fiumefreddo Bruzio, Frascineto, Grimaldi, Laino Borgo, Laino Castello, Lappano, Lattarico, Longobardi, Malvito, Mendicino, Mongrassano, Montalto Uffugo, Montegiordano, Morano Calabro, Mottafollone, Nocara, Oriolo, Orsomarso, Paludi, Parenti, Pedivigliano, Rende, Rocca Imperiale, Rose, Roseto Capo Spulico, Rota Greca, San Basile, San Benedetto Ullano, San Donato di Ninea, San Giorgio Albanese, San Marco Argentano, San Pietro in Guarano, Santa Caterina Albanese, Santa Domenica Talao, Santa Maria del Cedro, Santa Sofia d’Epiro, Santo Stefano di Rogliano, Scigliano, Spezzano Albanese, Tarsia, Terranova da Sibari, Torano Castello, Vaccarizzo Albanese, Verbicaro e Villapiana.

Dieci, invece, i comuni interessati al voto nel Crotonese: Belvedere Spinello, Caccuri, Carfizzi, Castelsilano, Melissa, Mesoraca, San Mauro Marchesato, San Nicola dell’Alto, Umbriatico e Verzino.

Venticinque gli enti impegnati nel turno amministativo nel Reggino: Agnana Calabra, Ardore, Bagaladi, Benestare, Bivongi, Bova Marina, Canolo, Cardeto, Cittanova, Feroleto della Chiesa, Gioia Tauro, Laureana di Borrello, Martone, Monasterace, Oppido Mamertina, Palizzi, Riace, Roccella Jonica, San Giovanni di Gerace, San Luca (LEGGI IL CASO), San Roberto, Sant’Alessio in Aspromonte, Sant’Ilario dello Ionio, Scido e Stignano.

Sono, infine, dodici i comuni alle urne nel Vibonese: Drapia, Mileto, Mongiana, Nicotera, Pizzoni, Rombiolo, Simbario, Sorianello, Soriano Calabro, Vallelonga, Vibo Valentia e Zungri.