Corruzione, otto arresti tra Calabria e Lombardia. Coinvolto anche un appartenente alle forze dell’ordine

Numerosi i reati contestati agli indagati: dal peculato fino al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e allo spaccio di droga

I carabinieri di Monza stanno eseguendo otto arresti tra Milano e Reggio Calabria in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Monza. Le accuse sono di peculato, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e accesso abusivo ai sistemi informatici e telematici, rivelazione di segreto d’ufficio, falso ideologico commesso da pubblico ufficiale, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, detenzione e spaccio di stupefacenti.Tra gli arrestati anche un appartenente alle forze dell’ordine, già arrestato due anni fa dopo essere stato trovato con mezzo chilo di eroina.