Rubano in un supermercato, beccate e arrestate dai carabinieri

Le persone coinvolte hanno ammesso le proprie responsabilità e devono rispondere di tentato furto aggravato

I carabinieri della Stazione di Davoli sono intervenuti presso un noto supermercato di Montepaone, ove era stato segnalato un furto. Giunti sul posto, i militari hanno riscontrato la veridicità della notizia, sorprendendo tre donne di etnia rom, residenti in Catanzaro, successivamente identificate in Nerina Passalacqua, 20enne, Natalina Passalacqua, 32enne, e Angela Santa Balestra, 51enne, mentre erano intente ad asportare prodotti alimentari, capi di abbigliamento e beni di altro genere, per un valore complessivo di 1000,00 €, occultandoli nel bagagliaio di un’autovettura di loro proprietà. Nella circostanza, all’esito di una perquisizione personale e veicolare, i carabinieri hanno recuperato tutto il materiale che, previo riconoscimento, è stato restituito al legittimo proprietario. Le donne, interrogate sul fatto, hanno subito ammesso gli addebiti contestati, dichiarando di aver utilizzato una porta di emergenza per trasportare la refurtiva ed eludere i controlli. Conseguentemente, sono state tratte in arresto in flagranza di reato per l’ipotesi di tentato furto aggravato e ristrette in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, così come da disposizione del pubblico ministero di turno.
La Prima Sezione Penale del Tribunale di Catanzaro ha convalidato gli arresti, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria competente.