Sanità, il commissario Cotticelli dopo lo sblocco del turn over: “Cercherò sempre la sinergia con la Regione”

Rinnovata da Cotticelli la richiesta di un incontro con il presidente della Regione con l’obiettivo di favorire il cambio di passo

“Io cercherò sempre la cooperazione, la giusta sinergia con la Regione, l’ho fatto dal primo giorno in cui sono arrivato in Calabria. La struttura commissariale e il governo non sono contro la Regione, sono a favore della popolazione calabrese. Rinnovo la richiesta di un incontro al presidente della Regione”. A chiarirlo è stato il commissario alla sanità Cotticelli, analizzando lo sblocco delle assunzioni.

A tal proposito, Cotticelli ha parlato di un fatto straordinario. Perché per il commissario “si è passati da una valutazione prettamente ragionieristica e contabile di entrate e uscita a una valutazione politico-strutturale della realtà calabrese, perché se blocchiamo il turn over siamo costretti a interrompere l’erogazione di servizi essenziali ai calabresi, a chiudere reparti. Non è possibile, è come il gatto che si morde la corda”, ha sbottato.

“L’emendamento – ha rilevato poi il commissario alla sanità – va nella direzione, da noi tutti auspicata, di superare il blocco e di ristabilire le esigenze e il fabbisogno di personale dotando finalmente le strutture delle personalità che servono”.