“Quali progetti per il rilancio di Vibo Marina?” Confronto tra i quattro candidati a sindaco

L’appuntamento è per sabato 18 maggio all’Auditorium Giubileo 2000 per un forum organizzato dalle associazioni

A pochi giorni dalle prossime consultazioni amministrative, a Vibo Marina sabato 18 maggio ore 18 presso l’Auditorium Giubileo 2000 di via S. Anna, il Forum della Associazione di Vibo Marina incontrerà i candidati a sindaco di Vibo. Si tratta di un vero e proprio confronto che verrà coordinata dal giornalista della testata Zoom 24 Tonino Fortuna.
“Un’occasione importante, a cui sono invitate tutte le associazioni ed i cittadini, singolare ed utile per conoscere quali progetti ed impegni concreti e di spessore abbiano i candidati a sindaco per il rilancio di Vibo Marina e degli altri centri costieri di Bivona, Porto Salvo, Longobardi, San Pietro; e ciò non solo nell’ambito dei compiti e poteri comunali ma anche dei Comitati in cui l’amministrazione è presente e nelle varie sedi Istituzionali per riaffermare il ruolo naturale e strategico di Vibo Marina in ambito regionale, nazionale, nei rapporti con le Eolie ed il Mediterraneo” spiegano in una nota i promotori dell’iniziativa.

Un’occasione anche per ribadire le esigenze di una grande Comunità costiera posta in un luogo accogliente, fatta d’identità marittima-portuale, di storia, di lavoro, che deve assolutamente uscire da uno stato di profondo abbandono e disinteresse da parte della politica e delle amministrazioni; anche vittima di egoismi e speculazioni di beni comuni, distrazione di finanziamenti, mancato recupero e riqualificazione di aree industriali dismesse, assenza di incentivi al turismo legato alla balneazione; in un momento di crisi economica-occupazionale, chiusura di aziende e sottoutilizzo del porto. Un impegno per tutti, soprattutto per la futura Amministrazione comunale dovrà essere quella di lavorare da subito con impegno e competenza per dare un futuro più dignitoso e moderno ad un territorio marittimo–portuale che è vitale per tutta la città. Ed il disavanzo talora può essere solo un pretesto, perché vi sono tante cose per cui lavorare ed a costo zero.

Un’importante Comunità costiera con diecimila abitanti – tra le più grandi della provincia- con inverosimili enormi carenze di servizi indispensabili alcuni dei quali di pertinenza proprio comunale (poliambulatorio, scuole, trasporti, apertura sportelli servizi comunali, biblioteca, centro polifunzionale, impianti sportivi, controllo del territorio, metanizzazione, viabilità ed aree parcheggi, aree verdi …) che dovranno al più presto essere presenti e quanto più vicini ai bisogni dei Cittadini. Esigenze e problemi più volte ed in vari modi denunciati dalle Associazioni , impegnate spesso in compiti sociali e di sussidiarietà, con le quali si spera la nuova Amministrazione voglia confrontarsi in modo trasparente e costruttivo nell’interesse del bene comune.