Rapina a mano armata nel Cosentino, scattano le manette per tre romeni

Due sono stati fermati a Villa San Giovanni mentre si stavano imbarcando per Messina, il terzo è stato arrestato dai carabinieri a Rossano

Hanno fatto irruzione in un appartamento nell’area di Corigliano e minacciato i due inquilini, fratello e sorella, con una pistola per farsi consegnare il denaro disponibile ma sono stati fermati dai carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro in collaborazione con i colleghi di Villa San Giovanni.

I tre, D.M.M., di 27 anni, già noto alle forze dell’ordine, C.M. (22), entrambi romeni, e A.S. (42), di Corigliano Rossano, anche lui già noto alle forze dell’ordine, la sera dell’8 maggio scorso, sono andati a casa dei due approfittando della conoscenza da parte della ragazza di uno dei due romeni. Dopo avere rapinato ai due 800 euro, i banditi sono fuggiti su un’auto. La ragazza, nonostante lo choc, li ha inseguiti e fotografati riprendendo anche la targa dell’auto. I carabinieri, dopo avere analizzato le foto e le immagini della videosorveglianza, sono risaliti ai rapinatori. I due romeni sono stati bloccati a Villa San Giovanni, dove volevano imbarcarsi per Messina, mentre il terzo nella sua abitazione a Rossano.