Alta tensione e disordini al comizio di Matteo Salvini. Sassi contro le forze dell’ordine

Schierati 150 agenti per il comizio del leader della Lega: “Ai violenti odiatori un solo, chiaro messaggio: l’Italia perbene vincerà sempre!”

Alta tensione a Modena (video) per la visita di Matteo Salvini (foto). I primi disordini avvengono alla stazione delle corriere. Tra le 13.30 e le 14, infatti, alcuni manifestanti del centro sociale Spazio Guernica lanciano oggetti e sassi contro le forze dell’ordine e i gruppi antisommossa, che reagiscono con cariche di alleggerimento. Un giovane viene portato in Questura. Alcuni ragazzi gridano “lasciateci passare”, “liberiamoci dal razzismo”. Nell’adiacente parco Novi Sad è in programma il presidio del centro sociale, una delle tre manifestazioni organizzate per protestare contro il leader della Lega.

Salvini commenta a stretto giro: “I nazisti rossi dei centri sociali ora a Modena, città già devastata dai cortei del 25 aprile, cercano di disturbare la piazza della Lega dove sto arrivando per il mio comizio. Grazie alle Forze dell’ordine. Ai violenti odiatori, invece, un solo, chiaro messaggio: l’Italia perbene vincerà sempre!”. Poi, in una piazza Matteotti gremita lo accolgono applausi e foto.

CONTINUA A LEGGERE QUI