L’INTERVENTO | Elezioni Vibo, Miceli (Pd): “Bisogna sconfiggere le lobbies e il sistema che ha bloccato la crescita”

“Questo ambizioso progetto politico – sostiene il dirigente dem – deve sapere imporre una radicale discontinuità con il passato”

Oggi più che mai la nostra città ha bisogno di recidere con il passato e rinnovare il tessuto sociale, economico e culturale  reso vetusto dalle passate amministrazioni ispirate prevalentemente da forza Italia. Abbiamo pertanto unito le forze per creare un’alternativa ai vecchi sistemi che hanno amministrato nell’ultimo decennio e lavorare per la realizzazione di un vasto programma che consenta alla collettività cittadina di riacquistare la propria dignità ed aprirsi allo sviluppo. Per vincere contro il sistema che fino ad oggi ne ha bloccato la crescita, a vantaggio esclusivo di poche lobbies.

Sono orgoglioso che il Pd abbia deciso di convergere, con il proprio simbolo, unito e compatto nella coalizione a sostegno di Luciano, coalizione allargata ad altre forze civiche e moderate che includono anche eccellenze dell’imprenditoria del nostro territorio che rappresenteranno una importante risorsa per incrementare lo sviluppo e la produttività della nostra città. Tutte le forze convergeranno su un programma condiviso che esprimerà la sintesi delle nostre idee per risollevare Vibo. Il progetto di Stefano Luciano si deve inserire in un’ottica di rilancio istituzionale.  Ritengo che da ora in poi sia fondamentale focalizzare l’attenzione esclusivamente sui temi. Qualsiasi tipo di critica o osservazione deve riguardare solo i programmi e le proposte,vero oggetto della discussione ed unico elemento di interesse per i nostri concittadini che,a mio avviso, famelicamente desiderano valutare le proposte risolutive che possano risollevare la nostra città che fin da troppo tempo è in ginocchio.

Questo ambizioso progetto politico deve sapere imporre una radicale discontinuità con il passato, introdurre elementi di novità significativi e pregnanti nelle varie tematiche comunali, determinando una diversa gestione del territorio, favorendo la dotazione di efficaci strumenti urbanistici, che la legge prevede, che rispettino e tutelino l’esistente con appropriati piani di recupero dei centri urbani, sapendoli coniugare con altre aree territoriali e con le loro rispettive vocazioni, riuscendo a delineare così uno sviluppo sostenibile che ridisegni una città dotata di una migliore estetica,accessibile, a dimensione d’uomo e vivibile per tutti i cittadini, nel globale contesto urbano. A tale scopo mi impegnerò personalmente affinchè il P.S.C.(piano strutturale comunale) venga approvato rapidamente.
I nostri punti programmatici avranno anche come scopo il rilancio della correttezza del bilancio che è stata affossata dalle precedenti amministrazioni. E’ importante ricordare che è nell’oculatezza di bilancio che si annida una buona amministrazione. Parallelamente cercheremo di dare delle risposte nell’immediato adottando soluzioni che possano portare benefici riscontrabili fin da subito.

Di fondamentale importanza è incrementare l’attività e lo sviluppo economico del centro, a tale scopo ridefiniremo,fin da subito, le aree destinate a parcheggi auto con la predisposizione di uno specifico piano, incentivando l’afflusso e la frequentazione dello stesso centro da parte dei cittadini.
Maggiore attenzione verrà data alle politiche sociali, che andranno rilanciate in maniera seria e strutturata; è fondamentale favorire l’assegnazione delle case popolari e dare la giusta attenzione ai diversamente abili, che verranno coinvolti,tra l’altro, in progetti che favoriranno l’avviamento alle attività sportive e l’inserimento sociale.

Importante sarà anche migliorare fin da subito la salubrità dell’ambiente,a tale scopo recepiremo dei fondi da utilizzare esclusivamente per il miglioramento della qualità dell’aria e li investiremo per creare numerose aeree verdi,soprattutto nel centro cittadino, e piste ciclabili. Tali fondi saranno anche utilizzati per incentivare economicamente i cittadini virtuosi che tuteleranno l’ambiente, in particolar modo i dipendenti pubblici che si recheranno al lavoro in bicicletta.
Anche il corretto svolgimento della raccolta differenziata verrà potenziato, e, conseguentemente, la tassa sui rifiuti ricalcolata al netto dei benefici economici ottenuti dalla differenziata stessa.

* Dirigente del Partito democratico