Operazione Quinta Bolgia, indagini chiuse per Galati ed altri esponenti politici lametini

Nel mirino della Direzione distrettuale antimafia guidata da Nicola Gratteri sono finiti anche dirigenti e funzionari dell’Azienda sanitaria provinciale e sanitari dell’ospedale di Lamezia.

La direzione distrettuale antimafia di Catanzaro ha chiuso l’inchiesta Quinta Bolgia a carico di 22 indagati. Tra questi dipendenti dell’ospedale di Lamezia Terme, funzionari e dirigenti dell’Asp di Catanzaro e alcuni politici. Sotto accusa anche sei società. Sotto la lente della Dda pure Pino Galati, ex parlamentare, l’ex consigliere del Comune di Lamezia Luigi Muraca, e i dg dell’Asp, Giuseppe Perri (commissario e poi direttore generale dell’Asp), Giuseppe Pugliese (già direttore amministrativo), ed Eliseo Ciccone (già responsabile Suem 118).

A carico degli indagati a vario titolo si ipotizzano i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, turbata libertà dell’industria o del commercio, frode nelle pubbliche forniture, illecita concorrenza con minaccia o violenza, abuso di ufficio, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, peculato, induzione indebita a dare o promettere utilità, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio.

Gli indagati. Pietro Putrino, 73 anni di Lamezia Terme; Diego Putrino, 36 anni di Lamezia Terme; Diego Putrino, 51 anni di Lamezia Terme; Vincenzo Torcasinodetto Enzino, 38 anni di Lamezia Terme; Silvio Rocca, 61 anni di Lamezia Terme;Pietro Rocca, 63 anni di Lamezia Terme; Ugo Bernardo Rocca, 33 anni di Lamezia Terme; Pietro Ferrise, 59 anni di Lamezia Terme; Alfredo Gagliardi, 40 anni di Lamezia Terme; Tommaso Antonio Strangis, 53 anni di Lamezia Terme; Franco Antonio Di Spenadetto Tony, 45 anni di Lamezia Terme; Pasquale Reillo, 52 anni di Lamezia Terme; Roberto Frank Gemelli, 54 anni Lamezia Terme; Sebastiano Felice Corrado Mauceri, 56 anni di Lamezia Terme; Giuseppe Galati, 57 anni di Lamezia Terme; Luigi Muraca, 50 anni di Lamezia Terme; Giuseppe Pugliese, 50 anni di Crotone; Giuseppe Perri, 65 anni di Falerna; Italo Colombo, 48 anni di Catanzaro; Eliseo Ciccone, 65 anni Catanzaro; Giuseppe Luca Pagnotta, 45 anni Montepaone; Francesco Serapide, 45 anni di Catanzaro. Sotto inchiesta anche Croce Rossa Putrino, La Pietà Putrino srl e La Putrino service srl, Rocca Servizi sas, Rocca snc di Silvio Rocca e associazione Croce Bianca Lamezia.