La Vibonese non fa la guastafeste e la Juve Stabia vola in Serie B

Bubas su rigore risponde a Paponi, Collodel colpisce una clamorosa traversa e nella ripresa le Vespe trovano il gol del successo. Per i rossoblù è la terza sconfitta di fila

La Vibonese esce a testa alta ma ancora una volta sconfitta da Castellammare di Stabia. I rossoblù non riescono a travestirsi da guastafeste ma rendono dura la vita alla Juve Stabia che alla fine riesce a centrare la vittoria che vale la promozione matematica in Serie B.

Le Vespe mettono subito le cose in chiaro e il vantaggio non tarda ad arrivare: al 10’ Melara serve Vitiello, il difensore viene atterrato in area di rigore da Obodo. Dal dischetto Paponi trasforma con una gran botta centrale. Il gol però ha l’effetto di spegnere l’entusiasmo dei padroni di casa che pensano più a gestire il risultato dando però cosi coraggio alla Vibonese che dopo un paio di occasioni create trova il pari con un calcio di rigore trasformato da Bubas che se l’era anche procurato grazie ad un’uscita piuttosto infelice di Branduani. La Juve Stabia rischia grosso quando la conclusione da fuori area di Collodel si stampa sulla traversa- La paura scuote i gialloblu che tornano ad attaccare con una certa pericolosità. Uno dei più attivi è certamente Elia che poco prima dell’intervallo vede la sua conclusione respinta da un ottimo Mengoni con l’aiuto del palo.

Nella ripresa la Juve Stabia parte fortissimo e dopo aver sprecato una clamorosa occasione con Carlini trova il nuovo vantaggio con Mezavilla, bravo nell’inserimento in area e nella conclusione che supera l’incolpevole Mengoni. La squadra di Caserta non commette l’errore fatto nel primo tempo di lasciare troppo gli avversari che faticano a costruire azioni da gol e si limita a gestire senza rischiare praticamente nulla nel finale. La vittoria del Trapani a Rende tiene in bilico tutto lo stadio fino al 94’ quando al triplice fischio dell’arbitro l’intero stadio può esplodere e abbracciare i protagonisti di una cavalcata fenomenale.
Per la Vibonese è la terza sconfitta consecutiva, a riprova che dopo la salvezza ottenuta in netto anticipo la squadra di Orlandi si è un po’ adagiata e non è stata capace di dare l’assalto ad un posto nei playoff conquistando solo due punti nelle ultime cinque giornate.