Imprenditore morto a Vibo, l’autopsia conferma: deceduto per cause naturali

Il suo cuore malmesso non ha retto all’acceso diverbio avuto con un commerciante di Soriano venerdì scorso nei pressi del Tribunale nuovo di Vibo Valentia

L’ingegnere Gaetano Rizzuto (72 anni) è morto per cause naturali. Il suo cuore malmesso, per come riportato nell’edizione di oggi de “il Quotidiano del Sud”, non ha retto all’acceso diverbio avuto venerdì scorso nei pressi del Tribunale nuovo di Vibo Valentia con un commerciante 47enne di Soriano Calabro, indagato per omicidio preterintenzionale.

Quest’ultimo, subito dopo i fatti, si era presentato in Questura, accompagnato dall’avvocato Filippo Pagano, al fine di fornire sua versione in merito alla tragedia. L’uomo ha confermato i pessimi rapporti con il costruttore e l’acceso alterco avuto venerdì scorso. Ha ammesso, inoltre, di avergli scagliato contro un mattone solo quando il primo ha preso in mano un oggetto contundente. Inoltre, ha riferito che ha subito abbandonato il posto proprio per evitare che la discussione degenerasse e, pertanto, non si è accorto del malore che aveva colto il 72enne.