Ragazzina di 13 anni ‘venduta’ dalla madre e fatta prostituire

Blitz dei carabinieri: arrestata la donna, un suo complice e quattro clienti. La minore era violentata dietro compenso

Sei persone sono stati arrestate con l’accusa di avere  abusato di una ragazzina di 13 anni e averla costretta a prostituirsi. Tra loro, la madre dell’adolescente.
A mettere fine all’inferno, per quella ragazzina, è stato un casuale controllo su strada di una pattuglia dei carabinieri. Era il dicembre 2017 e nel cuore della notte i militari avevano fermato un’auto con a bordo un sessantenne e la ragazzina. Una situazione sospetta, visto che i due non avevano alcun legame di parentela. Così anziano e 13enne sono stati accompagnati alla Stazione dei carabinieri di Menfi, comune di residenza della minorenne.

E’ emerso un racconto agghiacciante: il 60enne aveva accompagnato la ragazzina in un ovile nei pressi di Gibellina, dove altri due individui non meglio identificati avrebbero abusato sessualmente di lei, con il ‘permesso’ della madre della ragazzina. Sono immediatamente scattati gli arresti per l’uomo, mentre la madre è stata denunciata per sfruttamento della prostituzione minorile. Quanto allaragazzina, è stata accompagnata in una struttura protetta.

CONTINUA A LEGGERE QUI