Serie C, doccia fredda per il Catanzaro e il Rende. Delude ancora la Reggina

Limita i danni la Vibonese che ha osservato il turno di riposo. I rossoblù rimangono in zona playoff seppur in condominio con il Francavilla

Catanzaro gelato. Il Catania espugna in rimonta il Ceravolo nel big-match della 30esima giornata di campionato. Per i giallorossi si tratta di un’altra battuta d’arresto che tarpa le ali e mette fine a tutti i sogni di promozione diretta.

Primo tempo. Il Catanzaro parte a mille e segna dopo appena tre minuti con D’Ursi che di testa corregge da distanza ravvicinata un corner di Casoli. Solo giallorossi nei primi venti minuti. La squadra di casa sfiora il raddoppio con Casoli, sinistro dal limite fuori di poco, e soprattutto con D’Ursi che col destro manda sul fondo uno splendido assist di Maita. Il Catania però entra in partita. Marotta calcia dall’altezza del dischetto ma Signorini si immola in maniera decisiva. Poi etnei ancora vicini al pareggio con Lodi, il cui gran sinistro da fermo è tolto dall’angolino da Furlan, e Di Piazza, che manda alto di testa a porta vuota. D’Ursi, servito da Kanoute, ha ancora sui piedi la chance della doppietta, ma Pisseri si oppone. Non sbaglia invece Marotta che, raccolto un gran passaggio di Di Piazza, da posizione angolata con un destro di precisione trafigge Furlan.

Ripresa. Il secondo tempo non regala emozioni tanto quanto il primo ma la partita cambia volto. Al 10′ invenzione di Marotta che lancia in campo aperto Di Piazza, l’attaccante salta Furlan e insacca a porta vuota. Da qui in poi inizia una gara che vede il Catanzaro provare a sfondare alternativamente sulle fasce e centralmente. I g iallorossi reclamano per due penalty non concessi, il primo per un presunto tocco di mano di Silvestri, il secondo per un fallo subìto da Maita, l’arbitro però non è dello stesso avviso. Al Catanzaro manca la zampata vincente o l’occasione fortunata e al termine a gioire sono i siciliani.

Gli altri risultati. Con una rete per tempo (2-0) il Trapani sbriga la pratica Casertana. Delude la Reggina che non va oltre lo 0-0 in casa col fanalino di coda Paganese. Brutta sconfitta per il Rende al “Luigi Razza” di Vibo. La Sicula Leonzio sorprende la squadra di Modesto imponendosi con il punteggio di due reti a zero. A segno va D’Angelo dopo appena 7′ e Ferrini al 27′. Colpaccio del Francavilla a Siracusa con i pugliesi che agganciano la Vibonese (turno di riposo) a quota 37 in classifica.