Parghelia contro l’abbattimento degli alberi secolari: “E’ uno scempio” (VIDEO)

I cittadini: “Si deve trovare una soluzione alternativa”. La posizione del sindaco Antonio Landro: “Sono un pericolo per l’incolumità pubblica”

Viene definito “uno scempio” senza precedenti, “evitabilissimo” e che deturpa il patrimonio paesaggistico del paese. Sta suscitando un vespaio di polemiche la decisione dell’amministrazione comunale di Parghelia di abbattere tutti gli alberi secolari (circa 40) presenti nel centro abitato. Alcuni sono stati già tagliati. Un gruppo di cittadini si è subito mobilitato per scongiurare un’iniziativa del Comune considerata sbagliata e “insensata” e ha raccolto una petizione popolare da presentare al primo cittadino.

La protesta. “Questi alberi devono rimanere – ha dichiarato ai microfoni di Zoom24 Luca Pietropaolo, tra i promotore della raccolta firme – perché fanno parte della storia di Parghelia. Siccome ci sono diverse violazione normative ci siamo messi in moto per fermare questo scempio. Serve una relazione albero per albero fatta da un agronomo. Relazione che allo stato ancora non c’è”.

L’opposizione. Al loro fianco si è schierato il consigliere di minoranza Daniele Vasinton: “I cittadini sono allarmati e preoccupati di questa situazione. Il primo cittadino, intanto, ha sospeso le operazione di abbattimento di qualche giorno. Nel frattempo vedremo come venire a capo della vicenda”.

La posizione del sindaco. Il sindaco Landro non ha inteso rilasciare dichiarazioni ufficiali in merito. Ha inteso, comunque, ribadire la posizione della sua amministrazione: la decisione di tagliare gli alberi risponde ad esigenze di tutela dell’incolumità pubblica. Già in passato la caduta di alcuni pini marittimi aveva causato dei problemi, senza contare due diffide in tal senso da parte di Ferrovie dello Stato.