Obbligo scolastico, denunciate due mamme nel Catanzarese

I militari hanno constatato delle assenze ingiustificate di alcuni alunni per oltre un quarto delle ore di lezione previste nell’anno scolastico in corso

I Carabinieri della Compagnia di Girifalco hanno controllato tutte le scuole elementari del territorio di competenza per combattere l’evasione scolastica. Il servizio, svolto con l’attento ausilio del personale delle segreterie scolastiche, ha coinvolto dieci strutture in otto comuni; tra queste l’Istituto Comprensivo Statale di Squillace nella sua sede di Amaroni, plessi dell’Istituto Comprensivo di Maida, a Jacurso, San Pietro a Maida, Maida e la sua frazione di Vena, la scuola primaria di Caraffa di Catanzaro, Curinga, e la frazione di Acconia.

I militari hanno constatato delle assenze ingiustificate di alcuni alunni, protrattesi, già a inizio secondo quadrimestre, per oltre un quarto delle ore di lezione previste nell’anno scolastico in corso. Due donne, madri di giovanissimi iscritti presso l’Istituto Comprensivo di Maida, sono state deferite in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, per non aver corrisposto all’obbligo dell’istruzione elementare per i rispettivi figli minorenni.