Pd verso la resa dei conti, in settimana il commissario regionale a Vibo

Bisognerà tentare di sedare lo scontro tra correnti per mettere in piedi un progetto in vista delle amministrative di primavera

Il Pd vibonese è ormai alla resa dei conti. Non che sia cambiato molto nel corso del tempo. Le lotte fratricide tra correnti l’hanno sempre fatta da padrone. Ma questa volta la situazione sembra davvero arrivata ad un punto di non ritorno. E’ ormai imminente la fuoriuscita dal partito di tutti gli uomini che fanno capo a Vito Pitaro, dirigente dem, per anni sostenitore dell’ex parlamentare Brunello Censore e suo referente nella città capoluogo, ed ora in procinto di aggregarsi al centrodestra, in vista delle prossime elezioni regionali. Con lui traghetterebbero nel centrodestra forse tutti gli ex consiglieri comunali del Pd. Qualcuno lo farà ufficialmente, per potersi riposizionare anche nelle liste di FI e soci in vista delle elezioni amministrative, qualche altro rimarrà in posizione apparentemente neutrale, in attesa degli eventi.
Intanto, ad affrontare la situazione del Pd vibonese in balia delle onde, sarà nei prossimi giorni il segretario Stefano Graziano che dovrebbe arrivare in città per ascoltare i gruppi dirigenti. Con lui dovranno relazionarsi, il segretario della Federazione provinciale Vincenzo Insardà, il parlamentare del territorio Antonio Viscomi e il consigliere regionale Michelangelo Mirabello.
L’idea è quella di costruire almeno una lista, in vista delle amministrative di primavera, alle quali il Pd, per via di varie defezioni, formali o sostanziali, potrebbe arrivare del tutto impreparato.