Nel Crotonese cane rimasto soffocato dalla catena a cui era legato: denunciato il proprietario

I militari hanno trovato l’animale dopo una segnalazione. Sul posto è intervenuto anche il personale del Servizio veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale

Un cane rimasto soffocato dalla catena a cui era stato legato: a fare la brutale scoperta sono stati i carabinieri forestali di Crotone, nel corso di un sopralluogo in un’area extra urbana del territorio di Isola Capo Rizzuto. Da qui sono scattati degli accertamenti che portato alla denuncia del proprietario della bestiola, che deve ora rispondere di maltrattamento di animali.

I militari hanno trovato il cane dopo una segnalazione e sul posto è intervenuto anche il personale del Servizio veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale.

L’animale, un genotipo del gruppo Bull Terrier di colore scuro e pettorina bianca, era stato maldestramente attaccato a una lunga catena ad un gancio, sistemato più in alto dell’altezza del collare. Una circostanza questa che, insieme alla vicinanza di una rete metallica cui la catena era rimasta impigliata, è stata fatale per l’animale. Vicino ad esso era stato assicurato, anche questo con una catena, un altro cane. Il possessore, un operaio isolitano di 25 anni, è stato così deferito all’autorità giudiziaria e stato sanzionato, inoltre, per violazioni di carattere amministrativo, inerenti appunto la gestione del quattro zampe.