Controllo nel “fortino” rom del catanzarese, arresti e denunce

Denunciate tre persone e controllati svariati veicoli dai militari dell’Arma

Prosegue l’azione dei carabinieri di Catanzaro nel contrastare la microcriminalità nel capoluogo calabrese. Nella giornata di ieri infatti, i carabinieri di Catanzaro Santa Maria, coadiuvati dai militari delle altre stazioni dell’hinterland catanzarese, hanno attuato un dispositivo capillare, con posti di controllo fissi su Traversa Isonzo e Viale Isonzo 222, dove sono ubicate le palazzine  popolari ormai note per essere diventate il fortino delle attività illecite dei ROM, tra cui lo spaccio delle sostanze stupefacenti e la ricettazione di refurtiva.

Sempre più furti.  Nell’ambito dei controlli eseguiti dalla stazione dei carabinieri di Catanzaro Santa Maria è stato sottoposto a controllo  un soggetto di etnia Rom già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Catanzaro, D.S. 24 anni a seguito delle reiterate violazioni delle prescrizioni di tale misura, tutte accertate e comunicate all’Autorità Giudiziaria, è stato arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari opportunamente richiesta e emessa dall’AG. Il giovane tuttavia, poco dopo la notifica del provvedimento, che gli vietava uscire di casa, ha deciso di aggirare il provvedimento uscendo dall’abitazione ma venendo bloccato dai militari immediatamente che lo hanno nuovamente arrestato quadra volta ipotizzando il reato di evasione.

Acquisto di stupefacenti. Durante l’operazione sono state denunciate altre tre persone: due, rispettivamente originarie di Girifalco ed Amaroni. I soggetti , sebbene sottoposti alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Catanzaro, sono stati rintracciati e controllati in viale Isonzo: si suppone i due,  gravati da precedenti in materia di sostanze stupefacenti, stessero tentando di acquistare lo stupefacente in zona. Il terzo, invece, un catanzarese, 30 anni, sottoposto a perquisizione personale e domiciliare da parte dei carabinieri  della stazione di Gagliano, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio, poiché trovato in possesso di poco meno di 15 grammi di marijuana;

Controlli agli autoveicoli. Infine, i posti di controllo da parte di più equipaggi, posizionati nelle vie di accesso/uscita dalla zone tristemente note quali piazze di spaccio o luoghi di deposito di refurtiva, hanno consentito di monitorare tutti i transiti sospetti, segnalando quali assuntori di stupefacenti, tre giovani trovati in possesso di hashish e marijuana, sono state identificate  più di 100 persone e si è proceduto  alla contestazione di parecchie violazioni al codice della strada, alcune piuttosto gravi quali la guida senza patente poiché mai conseguita, la mancata copertura assicurativa e la mancata revisione.(f.t)