“I luoghi del cuore”, buon piazzamento per gli “amorini pescatori” di Vibo

A seguire, nella classifica calabrese, l’Oasi naturale dei laghetti di Saline Joniche (76/mo), la Marina di Curinga (102/mo), la Chiesetta di Piedigrotta a Pizzo (109/mo)

La delegazione FAI di Vibo Valentia saluta con soddisfazione lo straordinario risultato ottenuto nell’iniziativa nazionale denominata “I Luoghi del Cuore”. Infatti, se il belvedere di località Monte a Bagnara Calabra, con 8.054 voti e conquista il 48/mo posto ed è il luogo del cuore più votato in Calabria, al secondo posto si è posizionato il Mosaico degli amorini pescatori di Vibo Valentia, 68/mo posto nella classifica generale della nona edizione dell’iniziativa nazionale promossa dal Fondo per l’ambiente italiano.

Il belvedere, posto sulla strada statale 18 all’ingresso nord della frazione Ceramida, offre una vista panoramica che va dai contrafforti dell’Aspromonte, alla costa fino all’imbocco dello Stretto di Messina per poi allungarsi sulla costa siciliana e sulla vista delle isole Eolie, mentre il Mosaico degli Amorini Pescatori è un’opera di epoca romana del III sec. rinvenuto cinquant’anni fa lungo la costa vibonese ora esposto nelle pertinenze esterne al Museo archeologico situato nel Castello. Merita di essere rivalutato e, soprattutto, restaurato e tutelato.

A seguire, nella classifica calabrese de “I Luoghi del cuore” si piazzano: l’Oasi naturale dei laghetti di Saline Joniche (76/mo), la Marina di Curinga (102/mo), la Chiesetta di Piedigrotta a Pizzo (109/mo), la Torre Galea di Marina di Gioiosa Ionica (191/mo) e la Chiesa della Madonna del Carmine di Bagnara (207/mo).