Vibo, all’Alberghiero il “Job day”: protagoniste oltre 15 strutture alberghiere

L’iniziativa è stata organizzata con l’Associazione Albergatori di Vibo

È stato battezzato “Job Day” e sarà un evento senza precedenti quello che si aprirà mercoledì 30 nella sede dell’Ipesoa “E. Gagliardi” di Vibo. In collaborazione con l’Associazione Albergatori della provincia, la giornata avrà lo scopo di favorire l’incontro tra le strutture alberghiere e gli studenti che frequentano l’istituto. Si tratta di una iniziativa importante in un settore che richiede qualità e specifiche figure professionali, in una provincia dove le offerte di lavoro rappresentano una sorta di miraggio per molti giovani che sono costretti ad emigrare.

A partire dalle 9.00, all’interno dei locali dell’istituto, i responsabili delle varie strutture avranno a disposizione uno spazio, dove gli studenti possono avere informazioni e presentare i loro curricula. Da un primo monitoraggio sono oltre 70 i posti da occupare, in particolare nelle figure di segretario di ricevimento, comis da sala, da bar, da cucina, addetto all’accoglienza. Hanno aderito all’iniziativa: Capovaticano Resort MGallery by Sofitel, Baia del Sole resort, Hotel Villa Paola Tropea, Scoglio del Leone, La Meridiana Food and Drinks, Park Oasi, Il Calabriano, la Bussola, Hotel Rocca della Sena, Tui Magi Life, Thalasso spa, Grande player internazionale, ex Club Med Napitia, La Conchiglia Village & Suites, Popilia Country Resort, 501 Hotel Vibo Valentia, Tenuta Calivello Resort, Hotel Marinella, Labranda Rocca Nettuno Tropea Hotel (ex Rocca Nettuno), Villaggio Sciabache’ Zambrone.

Questo evento, dopo il concorso regionale di enogastronomia che si è svolto mercoledì 23, apre un anno importante per l’istituto “E. Gagliardi” alla luce dei nuovi indirizzi di istruzione tecnica nel campo Agrario e dell’Agroindustria, dello Sviluppo Rurale e dei servizi per l’Agricoltura che verranno istituiti dal prossimo anno scolastico. Un atto questo che darà una nuova identità culturale dell’offerta formativa nelle rete scolastica della Provincia di Vibo, con la nuova denominazione di Polo tecnico-professionale.

Un impegno su più settori e una responsabilità che il nuovo dirigente scolastico Pasquale Barbuto sta cercando di interpretare con entusiasmo e uno spirito di collaborazione con le diverse realtà del territorio, in particolare con le aziende che operano nel settore turistico-alberghiero e agricolo, aprendo l’istituto alle diverse istanze sociali, culturali ed economiche in un mondo che richiede capacità tecniche ma anche umane di leggere il tessuto economico-lavorativo, per il ruolo sempre più decisivo delle nuove tecnologie; senza dimenticare la formazione come finalità prioritaria delle attività didattiche e di apprendimento. In particolare, nel campo turistico ed enogastronomico, si tratta di coniugare tradizione e innovazione, cultura, storia e tutela del paesaggio e dell’ambiente, mettendo insieme le tipicità, le vocazioni, con le risorse umane.