Strage di Cassano, in Corte d’Assise il pm della Dda chiede due ergastoli

Nell’agguato mortale persero la vita anche il nonno del piccolo e la sua compagna

Due ergastoli con isolamento diurno per due mesi ha chiesto il procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro per Cosimo Donato e Faustino Campilongo, accusati di aver ucciso Giuseppe Iannicelli, la sua compagna Ibtissam Touss e il piccolo Cocò Campilongo di soli due anni, il 16 gennaio 2014 a Cassano. La carneficina è stata ricostruita dal pubblico ministero in oltre quattro ore di requisitoria davanti ai giudici della Corte d’Assise del Tribunale di Cosenza. Per spiegare le dinamiche criminali nella Sibaritide, il pm ha fatto iniziare la sua disamina negli anni Ottanta spiegando il valore di quel triplice omicidio nell’ottica dell’ingresso nella società criminale di chi fino a quel momento si era occupato di reati minori