Monterosso si trasforma in set cinematografico. Si gira il “corto” di Tony Sperandeo

Iniziate le riprese del cortometraggio contro il bullismo diretto dal regista tropeano Enzo Carone e prodotto da Pasquale Arnone

Sono iniziate ieri mattina e proseguiranno anche oggi a Monterosso Calabro, le riprese del cortometraggio contro il bullismo diretto dal regista Enzo Carone e prodotto da Pasquale Arnone. I protagonisti Tony Sperandeo e Barbara Bacci, i due famosi attori hanno subito iniziato i lavori, definendo gli ultimi dettagli insieme al regista e all’attore cosentino Marcello Arnone.




Un corto contro il bullismo. Accompagnati dal sindaco, Antonio Lampasi, gli artisti hanno poi visionato le altre ambientazioni del cortometraggio e visitato il paese. Insieme a loro anche Vito De Pace, il ragazzo selezionato dal regista per il ruolo del bullo. Positive le impressioni. Tony Sperandeo, la cui fama precede il nome (essendo un colosso del grande e del piccolo schermo), ha apprezzato molto le caratteristiche vie, gli antichi palazzi e tutte le meraviglie del borgo monterossino, nonché la cucina del posto. Sui paesaggi, invece, si è soffermata Barbara Bacci, attrice internazionale (vanta vent’anni di carriera in Canada) molto nota anche in Italia (i suoi ultimi lavori l’hanno portata in Rai lo scorso autunno, nella fiction “La vita promessa” di Tognazzi e nel film “L’aquilone di Claudio” di Centomani): “Molti scorci di Monterosso – ha evidenziato l’attrice – mi ricordano i paesaggi del Messico, paese in cui ho vissuto due anni e che ricordo con affetto”.




Ritorno in Calabria. Tony Sperandeo e Barbara Bacci non sono nuovi in Calabria per loro si tratta di un ritorno. Quanto al cortometraggio, gli attori hanno sottolineato: «La settima arte ha il carattere dell’immediatezza; è fruibile da tutti e riesce a imprimere in ogni spettatore tutte le sfumature del messaggio che si vuole trasmettere. In tale ottica, il cinema può sicuramente aiutare a combattere il bullismo, piaga sociale che sta mietendo molte vittime».

Spot per Monterosso. Il sindaco Antonio Lampasi ha sottolineato: “La scelta da parte della produzione del cortometraggio di girare proprio a Monterosso perché come location si presta grazie ad un paesaggio naturale e la caratteristica del centro storico, insomma Monterosso si candida – continua il sindaco- a diventare un set cinematografico per qualsiasi produzione”.
Il cortometraggio verrà presentato sabato 19 Gennaio a Monterosso presso il nuovo Teatro Comunale ed il 25 Gennaio in anteprima ufficiale a Cosenza presso il cinema Garden