‘Ndrangheta, operazione “Reventinum”: 12 fermi tra la Calabria ed il Nord Italia (NOMI)

Gli indagati devono rispondere anche di associazione a delinquere di stampo mafioso. Numerose le perquisizioni

Dodici persone sono state fermate nella notte dai carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro che hanno agito con i colleghi dei Reparti speciali. Devono rispondere, nell’ambito dell’operazione Reventium, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, di associazione a delinquere di stampo mafioso.




Faida in montagna. Secondo gli inquirenti farebbero parte di due cosche di ‘ndrangheta contrapposte e operative nell’area montana della Presila catanzarese. I militari hanno eseguito – tra la Calabria e alcune località del Nord Italia – altrettanti fermi di indiziato di delitto emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo, diretta dal Procuratore Nicola Gratteri. Effettuate anche numerose perquisizioni.

Ecco chi sono i dodici fermati.

  1. Scalise Pino, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso con ruolo verticistico nell’organizzazione.
  2. Scalise Luciano, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso con ruolo verticistico nell’organizzazione.
  3. Scalzo Andrea, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.
  4. Rotella Angelo, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.
  5. Domanico Vincenzo Mario, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.
  6. Mingoia Salvatore Domenico, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.
  7. Bonacci Cleo, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.
  8. Tomaino Eugenio, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso.
  9. Roperti Giuliano, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso con ruolo verticistico nell’organizzazione.
  10. Tutuianu Ionela, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso con ruolo di partecipe.
  11. Mezzatesta Giovanni, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso con ruolo verticistico. nell’organizzazione.
  12. Mezzatesta Livio, cui viene contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso con ruolo verticistico nell’organizzazione.